MUSICOTERAPIA – ASLBT C.R.A.P. MINERVINO MURGE

MUSICOTERAPIA – ASLBT C.R.A.P. MINERVINO MURGE

La rappresentazione è giunta al termine del percorso progettuale promosso dal Dipartimento di Salute Mentale dalla ASL BAT.

Ambito delle attività riabilitative della Comunità Riabilitativa Assistenziale Psichiatrica (C.R.A.P.) di Minervino Murge, articolazione del Centro di Salute Mentale di Andria della ASL BT.

La rappresentazione è giunta al termine del percorso progettuale promosso dal Dipartimento di Salute Mentale dalla ASL BAT. nell’ambito delle attività riabilitative della Comunità Riabilitativa Assistenziale Psichiatrica (C.R.A.P.) di Minervino Murge, articolazione del Centro di Salute Mentale di Andria della ASL BT.

Per IESA si intende la pratica di accogliere presso il proprio domicilio persone in difficoltà non legate da vincolo di parentela, offrendo uno spazio abitativo dedicato e integrandole nelle proprie relazioni familiari

La realizzazione dello spettacolo è stata diretta dal musicoterapeuta dott. Giuseppe Ruggiero Riefolo e dalla TeRP dott.ssa Mara Specchio.

Gli attori coinvolti sono utenti della C.R.A.P. di Minervino (ASL BAT).

A loro si sono aggiunti i volontari della stessa struttura e altri soggetti tra cui, Valentina Ciani, Concetta Giuliano e Mimmo Sassi, attori e cantanti appartenenti alla realtà cittadina.

Il soggetto della sceneggiatura narra l’iter burocratico e legale per l’inserimento di un paziente psichiatrico residente in strutture riabilitative (C.R.A.P.) presso un nucleo eterofamiliare supportato da adulti.

Il copione illustra tutti i passaggi necessari per l’affidamento, i vantaggi economici rappresentanti dalla famiglia ospitante e le difficoltà incontrate nel percorso di inclusione.

Nel corso della storia si è narrato di Daniele, paziente psichiatrico residente in una comunità riabilitativa che sarà preso in carico da una famiglia di basso ceto sociale solo per un mero scopo economico.

La famiglia che in un primo momento farà carte false pur di portare il “nuovo ospite” tra le mura domestiche, riconoscerà in Daniele una valida risorsa e lo aiuterà nel suo reinserimento sociale e lavorativo.

L’evento è  patrocinato dal Comune di Minervino e dalla ASLBAT.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *